Archivio mensile:maggio 2018

U.S.D. DAIRAGHESE CALCIO…FACCIAMO I CONTI…

400_F_25784238_yzAr9OCuce9ksuj0htvas0btdBjj1aWq

Tante parole sono state dette e scritte in merito ai rapporti tra l’attuale Amministrazione e l’Associazione Unione Sportiva Dairaghese (Calcio).

L’Osservatore Dairaghese e’ andato alla ricerca delle varie decisioni prese dall’Amministrazione Rolfi nel periodo compreso tra il 6 giugno 2016 (inizio del mandato) ed oggi (trascorsi circa 2 anni di governo).

L’Osservatore Dairaghese ha ricostruito il periodo di 2 anni attraverso alcuni importanti momenti deliberativi:

consiglio_comunale

1. Documento Unico di Programmazione (2017-2019) approvato dall’attuale Amministrazione nel novembre 2016.

Per quanto concerne gli interventi straordinari al Centro Sportivo (tra cui il CALCIO) si prevedeva:

vector-i-modelli-del-calendario-75307359

INTERVENTI STRAORDINARI AL CENTRO SPORTIVO

25.000 Euro – 0 Euro – 30.000 Euro

E prevista la somma di 25.000 Euro per il 2017 e la somma di 30.000 Euro per il 2019.

FelicitasCHE BELLO!!!

Ma la previsione viene subito smentita dalla successiva approvazione definitiva del Bilancio di Previsione 2017.

2. Documento Unico di Programmazione (2017-2019) approvato definitivamente dall’attuale Amministrazione a fine marzo 2017 in occasione dell’approvazione del Bilancio di Previsione 2017.

Per quanto concerne gli interventi straordinari al Centro Sportivo (tra cui il CALCIO) si prevedeva:

vector-i-modelli-del-calendario-75307359

INTERVENTI STRAORDINARI AL CENTRO SPORTIVO

10.000 Euro – 0 Euro – 30.000 Euro

La somma stanziata per il 2017 passa da 25.000 Euro a 10.000 Euro.

Ma come si vedrà anche la somma di 10.000 Euro non verra’ utilizzata per la manutenzione straordinaria presso il Campo Sportivo – Settore Calcio.

soldi_legati

Infatti una somma di poco superiore a 10.000 Euro (esattamente 11.004,40 Euro) viene data alla Pro Loco (come da Determinazione n. 490 del 29 dicembre 2017) per la realizzazione di interventi sulla struttura comunale adibita alla manifestazione “Fiera Primaverile” anziché alla USD per interventi straordinari al Campo Sportivo.

Posso-ottenere-indietro-i-soldi-prestati-senza-un-contratto-scritto

Un intervento dell’attuale Amministrazione a favore dell’USD si concretizzera’ alla fine del 2017 con la somma di 4.000 Euro per sostenere l’attività giovanile (attraverso la Determinazione n. 489 del 29 dicembre 2017 che recita:

Erogazione contributo alla A.S.D. – U.S. DAIRAGHESE CALCIO: Indirizzo a sostegno dell’attività sportiva giovanile.

Scuola_Calcio_2013.jpg

Oggi quale e’ la situazione:?

3. Dal Documento Unico di Programmazione per il triennio 2018-2020 approvato con Delibera n. 81 del Consiglio Comunale del 29 dicembre 2017 si apprende che lo stanziamento per INTERVENTI STRAORDINARI AL CENTRO SPORTIVO (di competenza comunale) e’ il seguente:

anni-vettore-2020-sagoma-2019-disegno_csp52783698

INTERVENTI STRAORDINARI AL CENTRO SPORTIVO

0 Euro – 15.000 Euro – 15.000 Euro

In parole povere per l’anno 2018 non e’ prevista alcuna somma da impiegare per la manutenzione straordinaria al Centro Sportivo (ad es. per il Calcio) e la somma di 30.000 Euro inizialmente prevista per il 2019 viene suddivisa tra il 2019 e 2020!

In sintesi : in 2 anni di governo l’Attuale Amministrazione ha “previsto” diverse somme per la manutenzione straordinaria del Centro Sportivo ma ha concretamente elargito alla USD Calcio la somma di 4.000 Euro!

164859

CONSIDERAZIONI DELL’OSSERVATORE DAIRAGHESE

Nonostante le previsioni in 2 anni NULLA E’ STATO SPESO PER LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA (di competenza del Comune) del Centro Sportivo del Calcio mentre e’ stato erogato all’USD Calcio un contributo di 4.000 Euro per l’attività giovanile.

Se si volesse spendere qualche somma nel 2018 i soldi potrebbero esserci?

L’Osservatore Dairaghese ha visionato i vari documenti approvati recentemente.

disegno-bambino-in-classe-da-colorare-200x200

Ad esempio in base all’approvazione del Bilancio Consuntivo del 2017 (avvenuto durante il Consiglio Comunale del 16 maggio 2018) emergono i seguenti dati importanti:

Avanzo di Amministrazione al 31.12.2017: +1.370.977,84 Euro di cui la parte non soggetta a vincoli e’ pari a: +792.219,08 Euro.

Per quanto riguarda invece il Bilancio 2018:

Il prospetto per la Verifica del rispetto dei Vincoli di Finanza Pubblica porta ad un Equilibrio di Bilancio superiore a +100.000 Euro (i dati precisi relativi all’ultimo Consiglio Comunale non sono ancora disponibili sul sito mentre quelli di fine febbraio sono pari a circa +160.000 Euro).

Questo vuol dire – se l’Osservatore Dairaghese non erra – che qualche somma significativa dell’Avanzo può essere gia’ utilizzata nel corso del 2018 per la Manutenzione Straordinaria del Centro Sportivo Calcio.

disegno-pala

Con riferimento all’affermazione dell’Amministrazione “Stiamo valutando interventi” apparsa recentemente su un giornale locale circa gli interventi di manutenzione straordinaria realizzabili si fa presente che con Determinazione n. 244 del 14 luglio 2017 (quasi 11 mesi fa) veniva affidato l’incarico professionale per verifica immobili comunali e predisposizione del Fascicolo del Fabbricato ad un tecnico (per la somma di 3.202,50 Euro) per rivedere, in un’ottica integrata le condizioni di manutenzione e sicurezza dei fabbricati comunali in particolare del Municipio, del Centro Anziani, dell’Impianto Sportivo relativo al Tennis/Bocce e “dell’Impianto Sportivo di Calcio”.

A distanza di circa 10 mesi dall’incarico al tecnico l’Osservatore Dairaghese si chiede quale sia la situazione circa la valutazione degli Interventi a fronte di quanto scritto a pagina 134 della Relazione allegata al Bilancio Consuntivo che a proposito delle cose fatte al 31 dicembre 2017 recita ” Il Fascicolo del fabbricato e’ previsto in due anni al fine di valutare TUTTI gli edifici/immobili di proprietà comunale. I primi fascicoli sono gia’ stati prodotti dal tecnico incaricato”.

Da quanto sopra riportato ed essendo che i primi fascicoli (si presume almeno due) sono gia’ stati prodotti dal tecnico incaricato alla fine del 2017 l’Osservatore Dairaghese desume che trascorsi ormai ulteriori 5 mesi del 2018 anche gli altri fascicoli (vale a dire altri due) dovrebbero essere gia’ disponibili.

scartoffie1

CONCLUSIONI

Come sopra dimostrato i soldi ci sono. Basta volere utilizzare quanti sono necessari per la manutenzione straordinaria. Anche l’analisi degli interventi da fare dovrebbe essere gia’ disponibile o a breve.

SI TRATTA DI PROCEDERE IL PIU’ PRESTO POSSIBILE.

Uno stuolo di giovani, in particolare i ragazzi nati tra il 2006 ed il 2013, ed i relativi genitori aspettano fiduciosi!!!

san-valentino-come-lo-trascorrono-le-coppie-con-figli-1173213792[1130]x[752]360x240

SAREBBE BELLO VIVERE A DAIRAGO…SE…

RITIRO SACCO VIOLA???…NO, FORSE, MA, CIRCA, BOH!!!…

240912_172317-2

LA SITUAZIONE

Con la fine di maggio dovrebbe concludersi il periodo di raccolta eccezionale del ” sacco indifferenziato (viola) ” avvenuto mercoledì 16 e 23 maggio e quindi riprendere la gestione rifiuti tramite la tradizionale raccolta ” normale ” del martedì.

sticker-divertenti-raccolta-di

LE INFORMAZIONI CIRCOLATE

Al momento della distribuzione gratuita dei sacchi ogni famiglia riceve anche una comunicazione che riporta quanto segue:

” ……dal 14 maggio prossimo il tuo Comune aderira’ in via sperimentale alla Raccolta Puntuale…… Il nuovo sistema impone di sostituire il sacco viola con un mastello di colore grigio dotato di un dispositivo elettronico (Tag)…… Sei invitato pertanto a consumare la fornitura di sacchi viola…… perché a partire dal mese di maggio i rifiuti esposti all’interno di tali sacchi non saranno più ritirati. ……a  partire dal 16 aprile prossimo alcuni incaricati passeranno a casa tua per consegnarti il nuovo mastello……”

images-2

CHE COSA E’ SUCCESSO?

Si dice che circa 700 famiglie dairaghesi ( quindi circa il 30% del totale ) non abbiano ricevuto il nuovo contenitore (mastello) perché assenti per vari legittimi motivi al momento della distribuzione casa per casa.

Non avendo ancora ricevuto il mastello alcune delle suddette famiglie sono state obbligate a esporre ” il tradizionale sacco viola ” per il conferimento del rifiuto indifferenziato a partire dal giorno 15 maggio 2018 non avendo avuto nemmeno la possibilità di ritirare il mastello presso il luogo scelto ( dal Comune e Aemme ) essendo il primo giorno di distribuzione fissato per sabato 19 maggio 2018.

Di conseguenza martedì 15 maggio 2018 numerosi cittadini si sono visti “RIFIUTARE” il conferimento del sacco viola perché “NON CONFORME” al servizio da farsi tramite il “mastello”

Solo l’intervento successivo della raccolta di mercoledì 16 maggio 2018 ha permesso di liberare il paese dai numerosi sacchi disseminati in varie zone. La raccolta eccezionale si e’ ripetuta anche il mercoledì successivo, 23 maggio 2018.

L’Osservatore Dairaghese puntualizza che attraverso una gestione più attenta (ad esempio rinviando a fine maggio 2018 il blocco del ritiro del sacco viola cioè a conclusione della distribuzione suppletiva dei mastelli prevista nei giorni di sabato 19 e 26 maggio 2018) sarebbe stato evitato non solo il DISORDINE creatosi – soprattutto il martedì 15 maggio con L’ABBANDONO DI NUMEROSI SACCHI PERCHE’ NON CONFORMI – ma anche LO SPRECO DI TEMPO SPESO PER IL RITIRO SUPPLETIVO ED ECCEZIONALE DI MERCOLEDÌ 16 E 23 MAGGIO 2018.

così-conclusione-clipart_csp15916324

 

Oltre al tributo intelligente l’Osservatore Dairaghese si chiede se e’ troppo PRETENDERE anche UNA GESTIONE CHE SIA TALE. Sarebbe stato evitato lo SPRECO DI TEMPO ed anche di …$$$$$$$$$$$…… PERCHE’ IL TEMPO E’ DENARO!!!

L’Osservatore Dairaghese si augura che si impari per il futuro.

SARA’ BELLO VIVERE A DAIRAGO…DOPO IL 2021

 

 

L’ACQUA …UNA RISORSA IMPORTANTE…

trattamento-acqua-vada-manutenzione-piscine-vada

” Le risorse del pianeta Terra non sono inesauribili. Rispettare l’ambiente e realizzare uno sviluppo sostenibile sono obiettivi che si raggiungono anche con i nostri stili di vita, trasformando i comportamenti virtuosi in abitudini quotidiane. Tutto ciò dipende dai piccoli gesti che compiamo ogni giorno”.

L’Osservatore Dairaghese e’ andato a riprendere le “sacrosante” parole scritte su un volantino distribuito dal Comune di Dairago in occasione della Giornata del Risparmio Energetico avvenuta venerdì 23 febbraio 2018.

L’acqua e’ proprio una delle risorse del pianeta Terra da considerare “non inesauribile”. E’ anche per questo motivo che non va sprecata.

L’Osservatore Dairaghese si chiede se l’erogazione attraverso la CASA DELL’ACQUA, in particolare quella frizzante, non stia andando proprio nella direzione opposta a fronte dell’avviso apparso il 2 maggio u.s.:

Stiamo lavorando per predisporre il nuovo sistema di limitazione. Nel frattempo, ma solo per un periodo di tempo limitato, l’erogazione dell’acqua frizzante sarà libera.

icone-box-CASE-ACQUA-simply1

Sono proprio i piccoli gesti che si compiono ogni giorno che contribuiscono ad ottenere i grandi risultati (in positivo come ci auguriamo che sia ma a volte anche in negativo. Ahimè)!

PER NON DIMENTICARE…

Stragecapaci

La strage di Capaci fu l’esito dell’attentato esplosivo compiuto da Cosa Nostra il 23 maggio 1992 vicino a Palermo, per uccidere il magistrato antimafia GIOVANNI FALCONE, la sua compagna FRANCESCA MORBILLO e gli agenti di scorta VITO SCHIFANI, ROCCO DICILIO, ANTONIO MONTINARO. Ci furono 23 feriti, fra i quali gli agenti PAOLO CAPUA, ANGELO CORBO, GASPARE CERVELLO e l’autista giudiziario GIUSEPPE COSTANZA.

lutto

ASSOCIAZIONE CALCIO DAIRAGHESE…SI ACCOMODI…

images

All’ordine del giorno del Consiglio comunale di mercoledì 16 maggio 2018 era inserito un punto riguardante l’aiuto da dare all’Associazione calcistica dairaghese, sia per la riqualificazione delle strutture, sia per il contributo in denaro da elargire per la sopravvivenza dell’Associazione stessa. Dopo un acceso dibattito tra Maggioranza e Opposizione, tutto e’ stato respinto dalla Maggioranza del Sindaco Rolfi con la seguente motivazione: Troppo facile liquidare una questione cosi’ complessa. Non e’ con qualche soldo che risolveremo tutti i problemi”.

A quel punto l’Opposizione e i cittadini dairaghesi hanno abbandonato l’aula consigliare, mentre i membri dell’Associazione sportiva hanno fischiato e applaudito con ironia la decisione molto discutibile della Maggioranza.

L’Osservatore Dairaghese si chiede:

  1. Come mai gli interventi riguardanti lo sport sono sempre a cura dell’Assessore ai lavori pubblici?

  2. Ma non erano stati messi a bilancio i soldi per la sostituzione della caldaia presso il  Centro sportivo? E se si che fine hanno fatto?

  3. Speriamo che ora dopo questo bel risultato l’Associazione sportiva dairaghese abbia capito che aria tira e metta in atto quello che i responsabili vanno dicendo da tempo: Consegna delle chiavi del Centro Sportivo e attività spostata in altri lidi più accoglienti”.

Su questo spinoso e intricato argomento non possiamo non riportare di seguito quello che veniva sbandierato nel programma elettorale della “Civica Dairago” riguardo lo sport a Dairago:

SPORT

I nostri obiettivi

Lo sport ad ogni suo livello (amatoriale, dilettantistico, agonistico) svolge un’importante funzione sociale ed educativa per i giovani e costituisce un’attività che promuove il benessere e la qualità della vita per i cittadini di ogni fascia d’eta’. A Dairago sono presenti numerose società sportive, molto attive, che permettono a numerosi dairaghesi di praticare il loro sport preferito.

Noi intendiamo:

1° valorizzare le strutture esistenti;

2° promuovere una cultura dello sport;

3° incrementare l’attività sportiva dei cittadini di tutte le fasce d’eta’.

LE NOSTRE PROPOSTE:

Valorizzazione degli impianti sportivi: valorizzeremo i patrimoni delle strutture sportive presenti sul territorio di Dairago pianificando un programma di manutenzione degli impianti puntuale e verificabile. Inoltre metteremo a disposizione la nuova struttura polifunzionale, che creeremo in via Carducci (vedi capitolo “culture, associazioni, identità e vitalità), anche per attività sportive.

PROMESSE E….PAROLE…PAROLE…PAROLE…SOLTANTO PAROLE…

SARA’ BELLO VIVERE A DAIRAGO…DOPO IL 2021.

VIABILITÀ…DOCUMENTAZIONE FANTASMA…A DAIRAGO…

CroppedImage720439-disegno-castello-incrocio

…CONTINUA AD ESSERE UNA DOCUMENTAZIONE FANTASMA…

L’Osservatore Dairaghese in un Blog di qualche settimana fa, aveva sollevato delle domande circa alcuni documenti ( i vari progetti ) e le informazioni ( i costi ) mancanti emersi dalla lettura di una Ordinanza della Polizia Locale con riferimento alla nuova viabilità implementata in Centro.

LE PAROLE DI QUESTI GIORNI:

Su un giornale locale si leggeva almeno 15 giorni fa:

” Purtroppo per un MERO ERRORE materiale nell’ordinanza e’ stata citata UNA DELIBERA COMUNALE INESISTENTE. Il Comandante sta procedendo alla rettifica delle premesse dell’Ordinanza. Tali cambiamenti non sono sostanziali e di conseguenza non inficiano la sua validità.

Sono trascorsi almeno 45 giorni dalla realizzazione della nuova viabilità ( fine Marzo 2018 ) ed almeno 15 giorni dalle affermazioni riportate sul giornale.

Si e’ ancora in attesa di conoscere i progetti, l’Ordinanza rettificata ed i costi della nuova viabilità.

L’Osservatore Dairaghese si chiede: “MA COSA STA SUCCEDENDO”???

Non sono importanti solo le cose che si fanno ma anche come si fanno!!!

SARA’ BELLO VIVERE A DAIRAGO…DOPO IL 2021…

PIEDIBUS A DAIRAGO…STORIA VECCHIA…

bimbi-fermata-Piedibus_large

Per quanto riguarda il Piedibus e il Bando Sovracomunale per la promozione della mobilita’ di cui si parla in un giornale locale, L’Osservatore Dairaghese ricorda – in particolare a chi non sa o non vuole dirlo, che si sta continuando l’opera di incentivazione della MOBILITA’ DOLCE gia’ intrapresa dalle precedenti amministrazioni quando introdussero il PIEDIBUS (le diverse linee esistono da circa 10 anni) e quando partecipando al Bando Sovracomunale con altri 6 Comuni (ottenendo un finanziamento di circa 87.000 Euro dalla Regione Lombardia e compartecipando con un eguale somma  di 87.000 Euro tramite mutuo pagato dal Bilancio Comunale) si riuscì a collegare Dairago a Busto Garolfo tramite pista ciclabile (funzionante da qualche anno e molto apprezzata dai cittadini dairaghesi vista la frequentazione).

ZTL A DAIRAGO…”ZONA A TRAFFICO LIBERO”?…

20130613-ztl-segnaleLa ZTL a Dairago esiste da diversi anni perché ritenuta utile dalle precedenti amministrazioni al fine di non intasare di auto e camion le strade interne di una certa zona del paese.

Nel corso degli anni grazie all’impegno della Polizia Locale (all’inizio dell’implementazione costituita da 2 agenti poi con l’assunzione di 1 agente l’Ufficio era composto da 3 agenti ciascuno impegnato per 36 ore settimanali) si sono effettuati diversi controlli come può essere provato andando a verificare le sanzioni comminate.

LE PAROLE DI QUESTI GIORNI:

Chi scrive sul giornale “Nessuna multa per chi ci finisce dentro” o afferma “La ZTL c’e’ da anni ma e’ come non ci fosse” e’ perché’ non ha mai verificato quanto e’ stato fatto dalla Polizia Locale di Dairago.

Chi afferma ancora sul giornale ” Sta di fatto che, senza telecamere e altre forme di controllo, questa unica ZTL esiste più sulla carta che in realtà” provi ad andare a chiederlo a chi vi abita o addirittura a chi ha preso la multa.

Un conto e’ non ritenere utile la ZTL un altro e’ affermare che i controlli possono essere migliorati ad esempio installando apposite telecamere.

I soldi per installare le telecamere si possono trovare.

In passato si sono installate più di 40 telecamere in alcuni punti del paese soprattutto per la sicurezza dei cittadini e per il decoro dell’ambiente (ad esempio Piazza Francesco della Croce, Piazza Mazzini, Municipio, Camaoon, parco giochi Piazza Francesco della Croce, Largo Rimembranze, Scuola Elementare, Scuola Media, Palestra Auditorium, Via Gorizia, discarica comunale Via Piave ecc.).

Considerando quanto si spende per diverse iniziative in generale, i soldi possono essere trovati anche per le telecamere!!!

SAREBBE BELLO VIVERE A DAIRAGO…SE…

 

 

CONVOCAZIONE COMMISSIONE “AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA”…

gonfalone

COMUNE DI DAIRAGO

Città Metropolitana di Milano

COMMISSIONE

AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA

LUNEDI’ 14 MAGGIO 2018

ore 20.45

c/o sede Municipale

ORDINE DEL GIORNO:

1. Variazione bilancio 2018/2020 e applicazione avanzo di amministrazione.

2. Richiesta di interventi di ristrutturazione e sostituzione su impianti e strutture del centro sportivo di proprietà comunale di Via Carducci pervenuta dalla U.S.D. Dairaghese – adozione provvedimenti.

 

                                                                                            IL PRESIDENTE

                                                                                             Gabriele Gaspari

IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI…SOLDI SOLDI SOLDI…PER NON MORIRE…

ARTICOLO DAIRAGHESEARTICOLO ROLFI DAIRAGHESE

Un Comune proprietario di un Centro Sportivo oggi, fatica a gestirlo economicamente. Questa formula e’ destinata sempre più a fare i conti con la crisi finanziaria degli Enti Locali ed, in quanto tale, sempre meno potrà protrarsi nel prossimo futuro. Figuriamoci se oggi questi oneri possono essere presi in carico da una Associazione Sportiva non a scopo di lucro. Questa a grandi linee e’ la situazione esistente nel Comune di Dairago. Il Centro Sportivo e’ gestito per quanto riguarda il calcio e il Tennis da  Associazioni Sportive attraverso convenzioni con il Comune. L’Associazione Sportiva che si occupa del calcio  come riportato nell’articolo del giornale, deve sborsare solo per le utenze circa 30.000 Euro l’anno. La gestione convenzionata tra Associazioni Sportive ed Enti Locali e’ un accordo diretto tra il proprietario dell’impianto e gli utilizzatori dello stesso, con cui questi ultimi si impegnano a garantire il funzionamento della struttura. L’Associazione Sportiva in questo modo assume il duplice ruolo di utilizzatrice dell’impianto e di responsabile della sua stessa gestione. Va detto subito che l’impegno e’ notevole specie per impianti complessi, in particolare se si tiene in considerazione che una cosa e’ organizzare attività sportiva (fare allenamenti, partecipare a competizioni, ecc….), altra cosa e’ invece condurre e mantenere un edificio pur se per uso sportivo. La buona volontà e l’impegno, comunque indispensabili, non sono sufficienti se non accompagnati da adeguati supporti operativi e strumentali. La convenzione fissa chi e come si assume le diverse responsabilità; quali di queste passano all’Associazione Sportiva convenzionata e quali restano al soggetto proprietario. Il problema maggiore oggi sono i costi di gestione dei Centri Sportivi Comunali. Gli Enti Locali e le Associazioni Sportive che hanno in gestione i Centri, si trovano in difficolta’ relativamente alle spese per le manutenzioni straordinarie, ma anche per quelle  ordinarie per non parlare delle spese relative ai consumi energetici. Purtroppo con il sopraggiungere della crisi economica gli Enti Locali hanno ridotto gli interventi di manutenzione straordinaria dei quali, in alcuni casi per evitare che gli impianti venissero chiusi in quanto non più a norma, si sono fatte carico le Associazioni Sportive che gli impianti gestivano. Trattandosi di sodalizi basati sul volontariato, queste spese erano insostenibili, da qui probabilmente la necessita’ di aumentare le tariffe e le conseguenti proteste. Se e’ vero che gli Impianti comunali sono gestiti da Associazioni Sportive, la loro proprietà resta dei Comuni che dovrebbero fare la loro parte quanto a manutenzione anche perché le norme che regolano l’agibilità degli Impianti sono abbastanza rigide e una mancata manutenzione potrebbe provocarne la chiusura con conseguente danno notevole per i fruitori di questi Centri. L’Osservatore Dairaghese ritiene fondamentale la presenza di Impianti Sportivi di Base in un Comune e non pensa che si possa tagliare sulla manutenzione degli stessi fino a quando la gestione resta di questo tipo Ente Locale/Associazione Sportiva. Gli Impianti Sportivi dovrebbero essere considerati invece che un “FARDELLO” una possibile fonte di reddito. Per fare questo si dovrebbe innanzi tutto trovare il modo di investire in essi per renderli appetibili per organizzare ad esempio manifestazioni di richiamo. Da queste si potrebbero trarre ricavi da investire negli stessi. Forse anche a Dairago sarebbe il caso si pensasse ad una gestione “MANAGERIALE” degli Impianti Sportivi. Non e’ facile specie in questo periodo di crisi, ma continuando su questa strada si rischia di mettere in grosse difficolta’ Associazioni che, consentendo a centinaia di ragazzi di praticare sport, fanno un lavoro meritorio per la Societa’ e meriterebbero che questo lavoro venisse riconosciuto e valorizzato.