ACCAM…NEWCO…I GIOCHI SONO FATTI…

Una bomba ad orologeria. Ecco i presupposti della nuova società NewCo che sostituirà Accam nella gestione dell’inceneritore di Borsano. Il percorso che porterà alla NewCo è ormai segnato. Solo pochi giorni fa è stato firmato il preliminare per l’affitto di ramo d’azienda di Accam alla nuova società che dovrebbe essere costituita il 30 Giugno 2021.

Ora il contratto dovrà passare dalle assemblee di AGESP e AMGA, mentre CAP HOLDING ha già approvato la partecipazione alla nuova società NewCo che sostituirà Accam, con l’83,4% di voti favorevoli. L’assemblea degli oltre 200 Comuni soci dell’area metropolitana milanese che fanno parte della società, ha dato una importante accelerata al processo che dovrà concludersi come detto più sopra, entro la fine di giugno 2021 e che porterà l’inceneritore di Borsano a passare dall’attuale società in concordato preventivo, alla cosiddetta NewCo di cui faranno parte anche AGESP e AMGA.

Quindi CAP HOLDING dal canto suo entrerà fin da subito a pieno titolo nella società con una quota di circa il 33%. A questo punto Accam affitterà il ramo d’azienda dell’inceneritore e presenterà in tribunale il piano di ristrutturazione del debito che si aggira attorno ai 10 milioni di euro, omologato il quale scatteranno la cessione alla NewCo e la liquidazione di Accam. Tutto questo significa che ogni Comune che ha l’1% di quote Accam, ha potenzialmente 100mila Euro di debiti.

In parole povere si chiude una società e si spalma tutto ONERI e pochi ONORI su una nuova società. Come farà la nuova società a rientrare dai debiti di Accam? Semplice accetteranno di bruciare qualsiasi cosa venga proposta, anche a discapito della salute dei cittadini.

TUTTI I GIOCHI DUNQUE SONO FATTI…

Ora per gettare un po’ di fumo negli occhi ai cittadini dei vari Comuni che orbitano attorno al famigerato inceneritore, è stato chiesto un parere attraverso un atto di indirizzo sul piano di costituire la nuova società NewCo. Il documento è arrivato anche ai Comuni come Dairago che non fanno parte direttamente della società Accam, ma indirettamente appunto come il nostro Comune, usufruendo dei servizi dell’azienda AMGA per lo smaltimento dei rifiuti e avendo una quota partecipativa dello 0,01% .

Mercoledì 23 Giugno 2021 è andato in scena nel nostro Comune la farsa di una grottesca votazione di circostanza che ha visto tutta la maggioranza compatta e i componenti di minoranza del gruppo Miglioriamo Dairago votare no al progetto NewCo, mentre l’altra minoranza di “Insieme per Dairago” si è astenuta.

La chiosa di un giornale locale riporta la dichiarazione finale del Sindaco Rolfi: “Ora ho il mandato per andare in assemblea dei soci Amga e votare contro la creazione della nuova società che acquisirà Accam”.

L’Osservatore Dairaghese ricorda al Sindaco che con lo 0,01% il nostro contributo non ha nessun peso e nessuna influenza nelle decisioni che ormai sono state prese e i giochi sono stati fatti…

CONTINUA…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...