LE VERITA’ NASCOSTE…

IMPIEGATI AL LAVORO

Purtroppo come al solito il Sindaco di Dairago ha fallito clamorosamente il bersaglio. Ci riferiamo alla risposta data su un giornale locale, in un articolo dal titolo: ” FUGA DEI DIPENDENTI: ROLFI RISPONDE “.

Come tutte le amministrazioni di sinistra, la colpa di tutto, quando non si sa cosa rispondere, e’ di quelli che hanno preceduto. E’ vero che nella precedente amministrazione lavoravano in municipio 12 dipendenti e 3 agenti di polizia locale, ma e’ altrettanto vero che lavoravano e non pensavano di fuggire dal comune.

Qui sta il vero problema che il nostro amato Sindaco maschera, infangando l’operato della precedente amministrazione. Oggi tra le mura del municipio regna il malcontento generale del personale, non perché il lavoro e’ tanto, (era tanto anche prima) ma perché la mole di lavoro e’ gestita sommariamente da parte dell’attuale giunta.

Non parliamo del malumore che regna sovrano tra i cittadini dairaghesi davvero stanchi di questa mal gestione amministrativa comunale.

ORA E’ CHIARO SINDACO ROLFI?

LA COLPA DI TUTTO STA NEL MANICO…..

I problemi li deve risolvere lei e non certo chi l’ha preceduta. Se non se la sentiva non avrebbe dovuto accettare l’incarico.

Inviterei tutti e specialmente il Sindaco a rileggersi il programma elettorale con il quale ha “incantato” gli elettori dairaghesi, dove prometteva oltre a tutti gli altri sogni, di adeguare l’organico della macchina amministrativa comunale in modo consistente.

PAROLE…PAROLE…PAROLE…

SI SBRIGHI SINDACO ROLFI PERCHE’ I TEMPI SI FANNO SEMPRE PIU’ RISTRETTI.

 

SARA’ BELLO VIVERE A DAIRAGO…FORSE…DOPO IL 2021…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...