LE PAROLE….ED I FATTI….

Ci sono momenti in cui abbonda l’uso di alcune parole.

Nell’attuale fase storica tra le parole che vanno di moda o che vengono più frequentemente usate eccone alcune:

  • ABBATTERE I MURI

  • IL RISPETTO DELLE REGOLE

  • INDISPENSABILE

  • TRASPARENZA

IL RISPETTO DELLE REGOLE E L’ABBATTIMENTO DEI MURI.

Per la seconda volta la Scuola Media di Dairago, ha organizzato la SETTIMANA DELLA LEGALITÀ.

In generale si e’ parlato di LEGALITÀ riferendosi ai comportamenti mafiosi e quest’anno anche ai comportamenti del Cyberbullismo.

Ma ci sono anche altri comportamenti di cui parlare come ad esempio IL RISPETTO DELLE REGOLE che implicitamente non deve autorizzare nessuno a non rispettare le leggi.

Ad esempio quando non si rispettano i Regolamenti Comunali siamo di fronte a che cosa???

A fronte di una Mozione presentata per la discussione, il Regolamento del Consiglio Comunale prevede che debba essere discussa nel corso del primo Consiglio Comunale utile (cioè quello che viene immediatamente convocato dopo la presentazione della Mozione) e comunque entro 30 giorni dalla presentazione della stessa. Lo stesso dicasi quando viene richiesta la convocazione di una Commissione c’e’ l’obbligo da Regolamento di convocarla entro 10 giorni.

Il non rispetto dei tempi e quindi delle legittime richieste degli “Avversari politici” porta inevitabilmente all’INNALZAMENTO DEI MURI” tra la Maggioranza e le Minoranze.

Un’altro esempio. Fino a qualche giorno fa c’e’ stata discussione vivace circa l’orario di convocazione del Consiglio Comunale. L’ultimo Consiglio e’ stato convocato alle 21.00.

Speriamo che il MURO che si era creato tra Maggioranza e Minoranza si sia stato definitivamente abbattuto.

L’abbattimento dei Muri non riguarda solo il rifiuto di accogliere gli immigrati, ma anche certi comportamenti nei nostri atteggiamenti verso gli “Avversari” politici.

INDISPENSABILE

Siamo andati a verificare sul Sito del Comune di Dairago la voce: “Commissioni Comunali”. In particolare andando ad esplorare il contenuto ad esempio della voce: “Commissione Paritetica” si legge che: “La risorsa non esiste sul portale”.

Poi scopriamo, anche in base alla discussione durante l’ultimo Consiglio Comunale, che la Commissione Paritetica, mai riunita nel periodo tra il 6 giugno 2016 e il 14 giugno 2017, e’ addirittura ritenuta tra: LE COMMISSIONI INDISPENSABILI” ai sensi dell’art. 96 del D.L.gs n. 267/2000 insieme ad altre Commissioni.

La Commissione Paritetica era gia’ stata dichiarata INDISPENSABILE un anno fa dall’attuale Amministrazione quando si approvo’ la medesima Delibera (come avviene da diversi anni) nel corso del Consiglio Comunale del 15 luglio 2016!!!

E’ trascorso un anno da allora senza alcuna riunione ne’ rinnovo della stessa Commissione Paritetica.

E pensare che nella delibera si legge che le Commissioni in questione tra cui la Commissione Paritetica “Sono ritenute INDISPENSABILI per la realizzazione dei fini istituzionali dell’Amministrazione o dell’Ente interessato”.

A distanza di un anno che cosa dobbiamo pensare del termine “INDISPENSABILE”???

Cosi pure dicasi della COMMISSIONE CULTURA ritenuta indispensabile di cui sembra che il Presidente (nominato dalla precedente Amministrazione) si sia dimesso ma non ancora sostituito.

TRASPARENZA

Trasparente si dice ad esempio di un vetro che lascia intravedere in maniera inequivocabile ciò che sta’ al di la del vetro stesso. Trasparente e’ anche ciò’ che non si vuole vedere.

Abbiamo più volte denunciato la mancanza di trasparenza a Dairago elencandone alcuni esempi. Anche quando si riporta una notizia dimenticando o non menzionando alcune informazioni, non si e’ sufficientemente trasparenti.

Ad esempio uno dei giornali locali ci informava che e’ “Partito il Centro Estivo Comunale alle scuole Medie, proposto dalla Giunta del Comune di Dairago in alternativa a quello dell’Oratorio”.

Siccome la notizia veniva data ai cittadini dairaghesi quando il Centro Estivo era gia’ iniziato, la Trasparenza dell’informazione avrebbe richiesto di riportare, a nostro parere anche quanti erano gli iscritti (anche considerando che il dato non e’ riportato da nessuna parte).

Diversamente l’informazione risulta parziale e poco trasparente perché non da alcuna indicazione sulla partecipazione alla proposta dell’Amministrazione Comunale,

Speriamo che a progetto concluso i giornali ci diano il resoconto in modo imparziale e trasparente.

CONCLUSIONE

Con questo semplice articolo l’Osservatore Dairaghese ha voluto ribadire che ognuno di noi, quando usa le parole, deve dare seguito ai fatti. L’esempio deve venire da ognuno di noi in particolare in primis da chi ha la maggiore responsabilità.

La credibilità e l’autorevolezza si conquistano sul campo.

In particolare i nostri ragazzi, insieme ovviamente a tutti i cittadini dairaghesi, hanno bisogno di fatti cioè di esempi.

I buoni esempi, di pari passo con le buone parole, contribuiscono alla crescita positiva della persona.

SAREBBE BELLO VIVERE A DAIRAGO….SE….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...